Italiano
Menu Cerca
submenusubmenu
< INDIETRO
Segreti in cucina

Tradizioni natalizie, un menu all’italiana

Come un abete decorato con luci e gingilli, la cucina italiana si accende in questo periodo dell’anno. Tra il 24 dicembre e il 6 gennaio, infatti, si riscoprono le tradizioni di famiglia, soprattutto a tavola. Ognuno ha un piatto preferito tra tutte le ricette regionali di Natale, vediamo quali sono i preferiti per creare un menu all’italiana.

Toscana e Umbria - Crostini di fegatini

Il menu ispirato alle ricette regionali di Natale inizia dal centro Italia, dove assieme ai taglieri di salumi e formaggi locali non mancano i crostini di fegatini. Si tratta di una preparazione di origine contadina, che utilizza le frattaglie come ingrediente principale. Viene realizzata una crema di fegatini di pollo, capperi, filetti di acciughe e olio extravergine d'oliva, e poi spalmata su pane Toscano abbrustolito. Utilizzate una padella con fondo antiaderente per tostare le fette senza l’aggiunta di olio né burro. 

Emilia-Romagna - Cappelletti in brodo di cappone

I cappelletti in brodo di cappone sono la portata principale delle feste degli emiliano-romagnoli. Il tepore del brodo è un piacevole abbraccio a cui in questa regione non si rinuncia nemmeno a Ferragosto. Il consiglio delle azdore, le massaie emiliane, è quello di preparare il brodo il giorno prima, così la parte grassa si possa solidificare ed essere tolta per un piatto più digeribile. Il consiglio di Lagostina, invece, è di utilizzare la pentola a pressione per la cottura perché riduce tempistiche e consumi energetici.

Piemonte - Brasato al barolo

Da tradizione tipica piemontese il brasato al barolo è il secondo di carne rigorosamente servito sulle tavole in festa. E piemontese deve essere anche la carne, preferite quindi la fassona. Il pezzo tradizionalmente più utilizzato è il “cappello del prete”, ovvero i muscoli della spalla del bovino. La carne di questo taglio presenta una venatura gustosa, che si scioglie in cottura dando morbidezza al brasato. Per mantenere la tenerezza della carne optate per la cottura a pressione.

Campania - Insalata di rinforzo

Per i campani festeggiare il Natale a tavola è un dovere che sconfina con il piacere della buona cucina. Le pietanze che si preparano nei giorni di festa sono tantissime, ma a incuriosire molto è l’insalata di rinforzo, altro must imperdibile del cenone. Questo piatto nasce per sostenere la magra cena a base di pesce ed è realizzata con cavolo bollito, condito con acciughe, olive, papaccelle (peperoni rossi e verdi, dolci o piccanti) e giardiniera sotto aceto.

Sicilia - Buccellato di pasta frolla

La Sicilia chiude il menu ispirato alle ricette regionali di Natale con il buccellato, una ciambella di pasta frolla guarnita principalmente con frutta candita e ripiena di fichi secchi, uva passa, mandorle e scorze d’arancia. Potete preparala con la nuova linea Lagostina per teglie da forno Gustosa, il risultato è già garantito dal nome.