Italiano
Menu Cerca
submenusubmenu
< INDIETRO
Segreti in cucina

Quali pentole avere per una cucina da chef

Quali pentole non devono mancare in cucina? Ogni utensile ha una propria specifica funzione che è bene conoscere per imparare a preparare gli alimenti in modo corretto. Capita sempre più spesso di guardare programmi televisivi o leggere libri e riviste di cucina, affascinati da un mondo che conquista con i suoi profumi e i suoi sapori.

Il desiderio di voler riprodurre in casa propria i piatti che fanno venire l’acquolina in bocca per il desiderio di stupire gli ospiti o semplicemente per cimentarsi in preparazioni nuove, non è che la conseguenza naturale di tanto interesse per il cibo e le tecniche di cottura.

La delusione, però, alle volte è dietro l’angolo! Capita, infatti, che il risultato “casalingo” non sia proprio quello sperato; e nella maggior parte dei casi il fallimento non si deve attribuire alle materie prime, ma ai supporti che utilizziamo per trasformare queste ultime.

Ciò che, spesso, invidiamo ai grandi chef, oltre alla manualità e alla conoscenza profonda degli ingredienti, è il fatto che abbiano a disposizione una serie di strumenti che assolvono funzioni specifiche, il cui corretto uso è fondamentale per la buona riuscita dei piatti. Poter disporre a casa propria degli utensili e dei supporti giusti, sapere quando adoperarli e come sfruttarli al meglio è sicuramente un vantaggio per realizzare le ricette che vogliamo.

Non è importante avere batterie costituite da decine e decine di pentole, padelle e casseruole; la cosa che conta di più è possedere quelle giuste, conoscerne le caratteristiche e sapere che il risultato finale di una preparazione può essere sensibilmente diverso proprio in base al tipo di supporto utilizzato.

Ecco un elenco dei supporti a cui non si può proprio rinunciare per avere in casa propria una vera dotazione da chef:

- La pentola a pressione
La pentola a pressione è un supporto fondamentale nella vita di tutti i giorni. La sua struttura consente di sfruttare il potere del vapore per cuocere più in fretta gli alimenti, preservandone le proprietà nutritive e organolettiche, che grazie alla chiusura ermetica non vanno disperse. Consente di cuocere con poca acqua e in poco tempo, il che rappresenta non solo un vantaggio per la praticità quotidiana delle preparazioni, ma anche per l’ambiente. È ideale per cucinare non solo minestre, zuppe e brodi, ma anche pasta, risotti, secondi di carne o pesce, contorni di ogni tipo e persino dessert.

- Il cestello
Il cestello per la pentola a pressione è un valido strumento che permette di cuocere i prodotti senza che vengano bolliti e quindi evitando che i nutrienti vadano dispersi in acqua o annientati dall’elevata temperatura di bollitura. È ideale per cuocere a vapore carni, pesci e verdure che conserveranno il loro sapore naturale.

- La padella antiaderente
La padella antiaderente è indispensabile per le cotture nelle quali si vuole dare un taglio netto alle calorie. Lo speciale rivestimento non fa attaccare i cibi e il fondo spesso distribuisce uniformemente il calore e lo mantiene costante, dando la possibilità di cuocere perfettamente senza aggiungere nessun tipo di grasso e olio. Ottima per bistecche, scottare pesci e crostacei, frittate, crêpes, pancake e dadolate di verdure che rimangano integre e croccanti.

- L’acciaio inossidabile
Gli strumenti di cottura in acciaio inossidabile sono utili per le cotture veloci, ma si prestano anche a quelle dolci e lente. Il fondo spesso mantiene il calore costante e il materiale con cui sono realizzati garantisce praticità e igiene. L’acciaio inossidabile è facile da pulire, non assorbe oli di cottura e odori ed è un materiale così resistente da durare anni e anni. L’importante è evitare abrasioni e graffi che alla lunga potrebbero rovinare lo strumento. Usatela per saltare il riso, mantecare la pasta come un grande chef e per le fritture leggere che non necessitano di olio profondo.