Italiano
Menu Cerca
submenusubmenu
< INDIETRO
Salute e benessere

La colazione ideale: dolce o salata?

È la colazione il segreto per avere carica ed energia di primo mattino. Prediligere un pasto completo che preveda sia alimenti dolci che salati vi aiuterà ad affrontare le vostre giornate con il piede giusto.

Cappuccino e cornetto quale binomio indissolubile di ogni colazione italiana che si rispetti: che sia al bar o nella propria cucina, iniziare la giornata davanti ad una calda brioche o ad una profumata fetta di torta fatta in casa è da sempre l’abitudine prediletta dagli italiani.

Tuttavia, ultimamente, è sempre più diffuso trovare chi - per questioni di gusto personale o per scelte di abitudini alimentari – decide di ricaricarsi davanti ad una ricca e sostanziosa colazione salata.

Partendo dall’incontestabile assioma per il quale “la colazione rappresenta il pasto più importante della giornata”, è facile capire che preferire il dolce o il salato non è solo questione di gusti, ma incide significativamente sul regime alimentare di ogni singolo individuo.

Ecco perché conoscere i principi base per costruire in modo bilanciato il primo pasto della giornata si rivela estremamente utile per mantenere uno stile di vita il più possibile sano e corretto.

Non è facile destreggiarsi tra le numerose e discordanti teorie che si pongono a sostegno, ora della colazione dolce, ora di quella salata: tra i sostenitori del salato c’è chi, per esempio, afferma che iniziare la giornata a base di carboidrati raffinati e senza un adeguato apporto di proteine e fibre, comporti un aumento considerevole dell’indice glicemico con la conseguenza di continuare a desiderare zuccheri per tutto il resto della giornata. Dall’altro lato, non manca chi riconosce un maggiore equilibrio calorico nelle colazioni dolci avendo un minore apporto di sale e grassi saturi rispetto a un pasto totalmente salato.

Come orientarsi, quindi, di fronte a posizioni cosi diverse, seppur equilibrate nella valutazione dei pro e dei contro? La soluzione, come sempre, si trova nel mezzo e sposa un modello di colazione - che per definirsi perfetta - deve essere il più possibile nutriente ed equilibrata.

Innanzitutto, non bisogna dimenticare che la prima colazione non dovrebbe mai eccedere il 20% del totale delle calorie della giornata: per questo motivo, occorrerà costruire il menù mattutino considerando la giusta combinazione tra gli apporti calorici di ciascun elemento. Da questo punto di vista, per esempio, se proprio non potete rinunciare al vostro amato caffè, cercate di ridurre la dose di zucchero in modo che, unita a quelli di altri prodotti da forno – o ad altri caffè della giornata – non vadano a superare la soglia giornaliera di zuccheri aggiunti consigliata, pari al 5%.

Sì, dunque, a colazioni varie e sempre diverse, che prevedano la presenza sia di alimenti dolci che salati, così da dare vita ad un pasto completo in tutte le sue componenti nutritive già dal primo mattino.

Ecco allora qualche idea per comporre la vostra colazione ideale:

A) Una tazza di cappuccino, 3 fette di pane integrale con un velo di marmellata e un frutto;
B) Una tazza di caffè americano, 3 fette di pane integrale con un velo di formaggio fresco spalmabile (tipo ricotta) e un frutto;
C) Una ciotola di latte (caldo o freddo) con 4 cucchiai di muesli biologico, 1 fetta di pane tostato con una frittata di 2 albumi e un frutto;
D) Una ciotola con uno yogurt magro, unito a 20 gr. di frutta secca e un frutto tagliato a pezzi e 3 biscotti preparati in casa.