Italiano
Menu Cerca
submenusubmenu
< INDIETRO
L'antiaderente in cucina

Il croccante di mandorle e miele

Il croccante non ha una vera e propria connotazione regionale e anche se ne esistono diverse varianti lungo un po’ tutto lo stivale e, sebbene non manchi mai sulle tavole del Natale, non è affatto una ricetta stagionale. Prova ne sia che, nelle feste di paese, sulla immancabile bancarella dei dolci, ha sempre un posto d’onore. Ne esistono molte versioni, con il sesamo, con le nocciole ma anche con un mix di frutta secca. Noi abbiamo scelto quello di mandorle e miele, una gioia per il palato!

È un dolcetto semplicissimo da realizzare e molto goloso. Si prepara con pochi accorgimenti e bastano tre ingredienti (purché siano di ottima qualità) per ottenere un risultato sorprendente.

Scegliete le “mandorle pizzute”, una varietà siciliana molto molto gustosa, tipiche del siracusano; il miele deve avere un sapore delicato per non coprire l’aroma delle mandorla, quindi il più indicato è il millefiori. Poi lo zucchero e il gioco è fatto!

Anche utilizzare il giusto supporto è importante. Meglio scegliere uno strumento antiaderente con i bordi alti, che facilita lo scioglimento del caramello, evita che gli schizzi incandescenti vadano fuori, e semplifica la pulizia.

Ingredienti per 8 persone:
- 700 gr di mandorle pelate
- 300 gr di zucchero semolato
- 200 gr di miele millefiori

In una casseruola antiaderente versate lo zucchero e il miele e fateli sciogliere a fuoco dolce. Quando si saranno liquefatti mescolate con un cucchiaio di legno, alzate la fiamma e portate il composto a 130 C. Se non avete un termometro, saprete che la temperatura è stata raggiunta quando inizieranno a formarsi delle bolle. Quello sarà il momento giusto per aggiungere le mandorle pelate e farle tostare insieme al caramello.

Mescolate il composto a intervalli di qualche secondo finché il lo sciroppo sarà diventato bruno e sentirete le mandorle, scoppiettare per 5-6 minuti.

Munitevi di una lastra di marmo, bagnatela con acqua fredda e versate il croccante livellandolo bene con un cucchiaio di acciaio, anch’esso bagnato. Fate raffreddare, tagliate a losanghe, staccate il croccante dalla lastra e servitelo.

Una consiglio: le mandorle pelate hanno un costo decisamente maggiore rispetto a quelle con la pelle. Se avete un po’ di tempo a disposizione e volete risparmiare qualche euro, per privare le mandorle della pellicina esterna sarà sufficiente tuffarle per pochi minuti in acqua bollente, tirarle su, premerle tra pollice e indice per eliminare la buccia e infornarle a 180 C per 15 minuti per fare in modo che si asciughino bene e risultino croccanti.