Italiano
Menu Cerca
submenusubmenu
< INDIETRO
Segreti in cucina

Le vellutate, eleganti e saporite

Le vellutate: deliziose alternative al minestrone e alle zuppe, più raffinate ed eleganti da servire, ma soprattutto ottime per consumare le verdure in modo stuzzicante.

Per cominciare: che cos’è una vellutata?

La vellutata è un passato composto da due, massimo tre verdure, molto cremoso, servito spesso nei ristoranti chic come piatto raffinato, da presentare con eleganza e attenzione alle decorazioni. Fin qui tutti — o quasi — concordano, ma sugli ingredienti si accende la discussione. Libri, siti e blog di cucina, infatti, suggeriscono di ottenere la cremosità in modi diversi: per alcuni, sono necessari farina e burro, panna liquida o tuorli d’uovo, che legano i sapori e danno una consistenza morbida; per altri, basta una patata per ottenere lo stesso effetto! Qualunque sia la vostra scuola di pensiero, vi proponiamo due ricette, facili e veloci, da cuocere in pentola a pressione, con qualche variante per renderle ancora più buone.

1. Vellutata di porri e patate

Ingredienti per 4 persone: 4 patate medie, 2 porri, 30 g di burro, 700 ml di brodo di verdura, ½ cucchiaino di curcuma, prezzemolo tritato, sale e pepe.

Mondate i porri e affettate finemente la sola parte bianca che farete rosolare con il burro nella pentola a pressione aperta. Aggiungete le patate, pelate e tagliate a tocchetti. Fate insaporire qualche minuto; aggiungete poi il brodo e aggiustate di pepe. Chiudete la pentola e fate cuocere per 10 minuti dal sibilo.

A cottura ultimata frullate il composto e, secondo la sapidità del brodo usato, aggiustate di sale.

Variante 1: prima di frullare, aggiungete al composto 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato.

Variante 2: potete rosolare con 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva anziché con il burro e servire — anche freddo — con un filo d’olio e un cucchiaino di timo tritato.

2. Vellutata di verdure con yogurt greco

Ingredienti per 4 persone: 2 patate, 1 carota, 200 g di broccoli, 1 scalogno, 200 g di yogurt greco, olio extravergine d’oliva, qualche foglia di basilico, sale e pepe.

Tagliate le verdure e cuocetele nella pentola a pressione per qualche minuto con 2 cucchiai d’olio, copritele poi con acqua bollente. Chiudete la pentola a pressione e fate cuocere per 12 minuti dall’inizio del sibilo. A cottura ultimata aggiustate di sale e pepe e frullate.

Versate la vellutata nei piatti, aggiungete due cucchiai di yogurt al centro e il basilico spezzettato, un filo d’olio d’oliva e pepe macinato al momento.

Variante 1: se vi piacessero i sapori “esotici”, prima di frullare potete aggiungere un po’ di zenzero. La vellutata è ottima anche con lo zafferano: in questo caso però dovete rimettere il composto frullato all’interno della pentola e sciogliere lo zafferano nella crema.

Variante 2: per un sapore più deciso, rosolate le verdure insieme a uno spicchio d’aglio schiacciato e decorate il piatto finito con qualche filo d’erba cipollina.