Italiano
Menu Cerca
submenusubmenu
< INDIETRO
Segreti in cucina

I segreti per cucinare ad arte al forno

Solitamente le “moderne” massaie hanno il forno ma lo usano davvero poco, ed è ben comprensibile, il forno richiede un po’ d’impegno in più, perché non tutte le pietanze sono semplici e il rischio di rovinare tutto è sempre in agguato. I grandi esperti di cucina e chef professionisti ne sanno una più del diavolo, tra i loro trucchi di cucina ci sono annotati anche quelli per l’uso ottimale del forno.

Facciamo degli esempi che possiamo ripetere a casa. Primo, categorico: la pizza. per una cottura ottimale deve stare in forno pochissimi minuti, per fare questo occorre avere un forno che riesca ad avere una temperatura di più di 300 gradi, infornare la pizza ed estrarla dopo appena 4 minuti, ovviamente i forni domestici non hanno queste capacità, almeno non tutti, per cui si dovrà mantenere il forno a una temperatura di 250 gradi e infornare per almeno 10/12 minuti.

Proseguiamo con gli esempi: la carne. Scegliamo fra tutte il pollo, il segreto di un buon pollo sta nel farlo cuocere nei liquidi dei sughi, coperto con della stagnola, e farlo asciugare a fine cottura così che le carni assorbano i liquidi restando tenere, saporite e non stoppacciose.

Chiudiamo con un grande classico, le patate. Le amano tutti, se poi croccanti e con l’interno morbido fanno davvero impazzire, il segreto sta tutto nella preparazione, una volta pelate, lavatele bene sotto l'acqua corrente e asciugatele con un panno. Quando le porrete nella teglia già oliata, - avete pensato alla Virtuosa rettangolare con il fondo zigrinato anti-aderente? - infornate solo al raggiungimento dei 190/200 gradi per una trentina di minuti, attendente senza aprire il forno e le vostre patate saranno croccanti fuori e con un cuore morbido.

Una regola che vale per tutti: i cibi non hanno una cottura universale, ma hanno bisogno di temperature differenti. E ricordate: mai infornare prima che abbia raggiunto la temperatura giusta!