English
Menu Cerca
submenusubmenu
< GO BACK
Segreti in cucina

Stasera, pizza fatta in casa

Ogni occasione è buona per lasciarsi tentare dal profumo rustico e succulento di una bella pizza, magari preparata in casa seguendo i consigli giusti.

Uno dei cibi più invidiati dal resto del mondo, una prerogativa indiscussa della cucina italiana - e in particolare di quella partenopea - che mette d'accordo i palati davvero di tutti, dai grandi ai più piccoli.

La pizza è la protagonista indiscussa di sabati sera trascorsi in compagnia, di pranzi sfiziosi a passeggio, ma anche di cene intime e romantiche. Diventata negli ultimi anni un vero e proprio cibo gourmet, la pizza ha assunto le vesti di un piatto ancora più universale, adatto per ogni occasione.

Nonostante si componga di pochi e semplici ingredienti, cucinare una pizza a regola d'arte è un'impresa piuttosto ardua necessitando di alcuni accorgimenti indispensabili.

Ecco che allora, se siete dei veri amanti della pizza e desiderate ottenere un risultato che si avvicini il più possibile a quello di una pizzeria di qualità, seguite questi semplici consigli e iniziate ad impastare.

Partiamo dalla scelta degli ingredienti.

Per quanto riguarda la farina, prediligete un mix di diverse tipologie, utilizzando quella di grano duro e di grano tenero , in modo da ottenere un impasto più nutriente, ricco di proteine e sali minerali.

Particolare attenzione merita poi la scelta del tipo di acqua con riguardo alla "durezza", ossia alla quantità di calcio e di magnesio in essa contenuti. Meglio, quindi, utilizzare dell'acqua minerale in bottiglia che presenta un migliore bilanciamento tra i sali minerali rispetto a quella del rubinetto.

Da ultimo, ma non per questo meno importante, la scelta del lievito: per una buona lievitazione utilizzate quello di birra fresco facendo attenzione a non abbondare con le quantità e prediligendo tempi più lunghi di lievitazione. Attenzione, inoltre, a non mescolare il lievito con il sale che inibisce il processo di crescita dell'impasto: quindi, discioglietelo in acqua e aggiungetelo poco alla volta durante la lavorazione degli ingredienti.

E ora veniamo alla tecnica dell'impasto: se avete deciso di utilizzare una planetaria, scegliete il gancio adatto all'incordatura di impasti "duri" che richiedono maggiore attenzione. Se invece avete deciso di impastare a mano, non siate timidi e procedete con movimenti energici e decisi allargando la pasta dal centro verso l'esterno. Gli ingredienti dovranno essere impastati perfettamente in modo da ottenere un composto omogeneo e privo di grumi. Una volta che avrete raggiunto la giusta consistenza - non collosa ma comunque morbida ed elastica - non proseguite a lungo nella lavorazione dell'impasto: eviterete in questo modo che, una volta steso nella teglia, si ritiri di qualche centimetro.

Giunti alla fase della lievitazione, dovrete sperimentare tutta la vostra pazienza. Preparate l'impasto della pizza e lasciatelo lievitare - per almeno una notte - in una ciotola, unta con pochissimo olio extravergine d'oliva e coperta con un panno, nel forno con solo la luce accesa oppure in un luogo caldo (intorno ai 22°) e non troppo umido. Generalmente una lievitazione lunga e senza sbalzi di temperatura garantisce una buona crescita della pasta ed è uno dei segreti per ottenere una pizza soffice, croccante e digeribile.

Trascorso il tempo necessario, per non vanificare i risultati ottenuti con la lievitazione, procedete con una fase di pre-cottura. Per prima cosa utilizzate una teglia adatta per la cottura della pizza: in particolare, per ottenere un risultato perfetto senza spiacevoli sorprese, scegliete una linea di teglie creata appositamente per cuocere la pizza e gli impasti salati, come per esempio la teglia Virtuosa, tonda con fondo forato. A questo punto, stendete l'impasto aiutandovi con la punta delle dita e infornate a 220°-250° per circa 4 minuti, impostando la cottura sia dall'alto che dal basso. In questo modo la pizza continuerà a lievitare e ad asciugarsi perdendo l'umidità in eccesso. A questo punto, sfornate la vostra pizza, aggiungete il condimento che più preferite e fate cuocere nuovamente per altri 5 minuti per una pizza sottile, mantenendo la stessa temperatura e impostando la cottura solo nella parte superiore.