English
Menu Cerca
submenusubmenu
< GO BACK
Cucinare a pressione

Alimentazione sana e corretta: quale cottura preferire per un piatto leggero e gustoso?

Quanto tempo dedicate alla scelta degli ingredienti per un’alimentazione sana e corretta? E quanto, invece, per il metodo di cottura? Spesso la velocità porta a prediligere una preparazione più rapida, influenzando significativamente la quantità di proprietà nutritive presenti nel piatto. È però possibile salvaguardare micro e macro nutrienti delle nostre pietanze, senza rinunciare al gusto e a una cottura veloce? Abbiamo chiesto consiglio a Fernanda Lisa Scala, biologa nutrizionista e autrice del blog nonchiamateladieta.

 

Che impatto ha il metodo di cottura sulle caratteristiche nutritive di un piatto?

Ogni cottura ha effetti sulle caratteristiche organolettiche e nutrizionali. Le grandi quantità di liquido utilizzate nei tradizionali metodi di cottura, per esempio, determinano una perdita importante di componenti essenziali come sali minerali e vitamine. Allo stesso modo le temperature e tempi di cottura elevati possono alterare la concentrazione di sostanze nutritive. Imparare a distinguere i metodi di cottura garantisce un’alimentazione sana e corretta.

 

Qual è lo scivolone nutrizionale più comune in cucina?

La fretta nella preparazione di un pranzo o una cena, spesso all’ultimo minuto, aumenta il rischio di consumare alimenti estremamente energetici e/o sbilanciati nei loro nutrienti, perché siamo spinti semplicemente dal senso di fame o dalla poca voglia di cucinare.

 

Qual è il metodo più comune per una cucina light?

Sicuramente la cottura a vapore è quella più diffusa. Può essere effettuata in diversi modi, tra cui a pressione atmosferica che è la soluzione più rapida e affidabile dal punto di vista nutrizionale. E non pensate che si preparino esclusivamente le verdure! Potreste rimanere sorpresi dalla cottura di dolci al vapore per colore, gusto e morbidezza.

 

Quindi la pentola a pressione sia un’alleata per un’alimentazione sana e corretta?

Sì, esatto. A differenza delle pentole tradizionali quella a pressione. La pentola a pressione è sicuramente un’ottima alleata per tutti coloro che vogliono seguire un’alimentazione sana e corretta, pur non disponendo di tanto tempo in cucina. La cottura a pressione, infatti, consente di raggiungere temperature più elevate in tempi molto ridotti, ottenendo una minima evaporazione dei liquidi di cottura, preservando la maggior parte dei nutrienti e, non dimentichiamoci, impiegando un quantitativo minore di grassi e sale in cottura.

 

Quali sono i benefici in termini di nutrizione della cottura a pressione?

Pesce e carni sono pronti in tempi inferiori rispetto alle cotture tradizionali, conservando sapore, colore e la maggior parte dei nutrienti. La pentola a pressione è utile anche per chi segue un’alimentazione sana e corretta vegetariana o vegana, perché nel caso di cereali e legumi la cottura a elevate temperature ne migliora la digeribilità mentre, il tempo inferiore richiesto non altera oltremodo le vitamine termolabili. Per le verdure, inoltre, l’uso di una minima quantità di acqua salvaguarda la gran parte dei sali minerali e antiossidanti presenti.

La pentola a pressione, quindi, aiuta a mantenere sana e corretta la vostra alimentazione. E se siete amanti dello sport, vi lasciamo qualche consiglio per ricaricarvi prima dell’allenamento.