English
Menu Cerca
submenusubmenu
< GO BACK
Cucinare a pressione

La griglia in pentola a pressione

La griglia per la pentola a pressione è un accessorio molto utile, che consente di cucinare presto e bene carni, pesci al trancio e verdure tagliate a fette. Vediamo come.

Gli accessori in genere

Gli accessori ideati per la pentola a pressione ne aumentano la versatilità, permettendo di diversificare i tipi di cottura a seconda del piatto che si vuole preparare.

Ce ne sono di quattro tipologie e tutte consentono di tenere il cibo sollevato dall’acqua e dal fondo della pentola.

Oltre alla griglia — di cui scoprirete più sotto ogni prestazione — il primo e più diffuso è il cestello, per cuocere a vapore verdure a foglia larga, patate intere non sbucciate e pesci.

Il secondo è lo scodello, dotato in genere di coperchio, ideale per piccoli ingredienti, come i legumi, e per preparazioni come tortini o budini per i quali sia necessario uno stampo.

C’è infine il cuociverdure che assomiglia a una casseruola con la base forata. Ha, infatti, i bordi più alti del cestello e cuoce al vapore verdure a fette, piccoli pesci interi o a filetti.

La griglia in particolare

Costituita da un piatto d’acciaio stampato, lucidato e provvisto di fori da cui lascia passare il vapore, la griglia consente di cucinare carni, pesci al trancio e verdure affettate senza far uso di grassi, tenendo gli alimenti separati dal fondo della pentola.

Grazie alla sua piattaforma aperta, sorretta da piedini che la distanziano dal fornello, è l’ideale per quegli ingredienti dalla consistenza molto delicata, come la carne del pesce, che può venire alterata dal contatto diretto con un calore intenso. Appoggiati sulla griglia, gli alimenti si asciugano in superficie diventando croccanti, ma restano morbidi all’interno, mantenendo intatto il loro sapore.

Non solo alimenti

La griglia può essere utilizzata anche per preparazioni molto particolari e raffinate. Può supportare, infatti, stampini ripieni, barattoli di vetro con coperchio nei quali infilare porzioni singole, oppure preparazioni al cartoccio. Per tutti gli altri aspetti, la pentola richiede i gesti consueti: inserite due dita d’acqua sul fondo, ponetevi l’accessorio con i cibi da cuocere, chiudete il coperchio, accendete la fiamma a fuoco vivo e abbassatela quando la valvola comincia a fischiare. Prima di aprire, spegnete la fiamma e fate uscire il vapore.

Non solo acqua

Un suggerimento per chi ama sperimentare: quando si cucina a vapore, è possibile “insaporire” il liquido usato per cucinare — acqua o brodo — con aceto, vino, erbe o salsa di pomodoro. Daranno ai vostri cibi un aroma diverso, appena accennato, gradevole al palato, ma ancor di più all’olfatto. Un’esperienza originale che vi farà apprezzare ancor di più la vostra pentola a pressione e i suoi efficientissimi accessori.