English
Menu Cerca
submenusubmenu
< GO BACK
Segreti in cucina

Fave e cicoria, dalla tradizione contadina alla tavola più raffinata

Si dice che al contadino non devi mai far sapere... Eppure dalla tradizione contadina arriva un piatto prelibato, e unico, che farà impazzire i vostri commensali, anche quelli vegetariani, direttamente dalla Puglia: Fave e Cicoria.

Avrete bisogno di fave secche sbucciate o fresche da sbucciare. Nel primo caso dovranno stare almeno 12 ore a mollo perché si reidratino. Fate cuocere le fave in una pentola capiente, coprendole a filo con l’acqua, un po' di sale e aggiungendo 2-3 foglie d’alloro. Vi consigliamo una pentola comoda a due maniglie, come la Grancucina, interamente realizzata in acciaio inox 18/10, con fondo a tre strati LAGOSEAL, che vi garantirà una cottura veloce e uniforme.

Intanto potrete usare una pentola della linea Briosa, anch'essa in acciaio inox 18/10, ideale per sbollentare e poi saltare velocemente la cicoria con un filo di olio. Grazie al fondo in tre strati, compatibile con ogni piano di cottura, non correrete il rischio che il cibo si attacchi.

Quando le fave saranno ben cotte e morbide, ve ne accorgerete perché avranno assorbito l'acqua e si sfalderanno facilmente con il cucchiaio, schiacciatele fino a ottenere un purè grossolano. A questo punto potrete impiattare, ponendo la cicoria come un piccolo nido sopra le fave e, se vi piace, guarnendo il piatto con dei peperoni friggitelli, che avrete precedentemente saltato in padella. Il risultato, e il sapore, è garantito!